Salta al contenuto principale
A (5) | B (3) | C (13) | D (3) | E (4) | F (2) | G (1) | I (8) | L (2) | M (8) | P (2) | R (5) | S (5) | T (3) | V (1)
Carcinoma colorettale

Cancro al colon

Cecum

Cieco, prima parte dell'intestino crasso

Cieco

Intestino cieco, inizio dell'intestino crasso che termina in modo cieco

Cieco

Intestino cieco, prima parte dell'intestino crasso

Cisti

Cavità tissutale chiusa, piena di liquido

Citochina

Proteine che servono a trasmettere segnali e a regolare la crescita e la differenziazione delle cellule. Tra queste ci sono: interferoni, interleuchine, fattori stimolanti delle colonie, fattori di necrosi tumorale e chemochine. Le citochine sono formate da macrofagi, linfociti e fibroblasti, tra gli altri. Sinonimo: sostanze messaggere.

Citostatico

Sostanza chimica tossica che inibisce la crescita cellulare o la proliferazione cellulare; utilizzata in medicina principalmente come chemioterapia per il cancro, in parte anche per altre malattie (autoimmuni) come i reumatismi o le MICI; sinonimo: citotossina.

Clinico
  1. Disturbi, sintomi o parametri direttamente identificabili (segni clinici);
  2. che riguarda il decorso della malattia o la situazione o il comportamento del paziente ("clinicamente rilevante");
  3. in clinica o in ospedale
Colectomia

Rimozione del colon

Colite ulcerosa

Malattia infiammatoria cronica intestinale, che di solito inizia alla fine dell'intestino ed è normalmente limitata alla mucosa del colon

Colon sigmoideo

La quarta e ultima parte del colon umano situata nel bacino; sinonimi: sigmoide, sigma

Colonscopia

Endoscopia intestinale. Il medico esaminatore inserisce un endoscopio flessibile attraverso l'ano fino all'intestino tenue e può valutare le condizioni dell'intestino e prelevare campioni di tessuto per una biopsia.

Corticosteroidi

Ormoni prodotti nella corteccia surrenale con molteplici effetti nel corpo. I corticosteroidi sintetici sono utilizzati come medicamenti con un ampio spettro di effetti e di effetti collaterali. Nelle MICI, sono utilizzati per attacchi acuti da moderati a gravi, al fine di ridurre rapidamente il processo infiammatorio. Influenzando il metabolismo cellulare delle cellule coinvolte, i corticosteroidi possono inibire una reazione infiammatoria a vari livelli, anche sopprimendo la produzione di sostanze messaggere infiammatorie.